IL NUOVO FASCISMO A 5 STELLE (audio)

di Vincenzo Sparti

Quando il fascismo è andato al potere lo ha fatto con un vasto consenso popolare. Il socialista Giacomo Matteotti denunciò alla Camera dei Deputati che quel consenso non fu libero perché ottenuto con la violenza ed anzi per questo fu ucciso. In diritto, la violenza è di due tipi: fisica e morale. Il progresso socio-culturale ha fatto sì che, almeno in Italia, la violenza fisica venga oggi ripudiata ed universalmente condannata. Meno si sa della violenza morale, che può anche declinarsi nella creazione scientifica di un contesto socio-culturale di assoluta intolleranza verso chi la pensa diversamente, verso chi osa criticare, verso chi non fa parte di un determinato gruppo o movimento. Continua la lettura di “IL NUOVO FASCISMO A 5 STELLE (audio)”

L’Ars approva la mozione contro gli scippi finanziari del Governo Renzi

L’atto parlamentare ha un’importanza più politica che pratica. Ma è importante anche per questo: perché sancisce il fatto che, nel 2014, il Governo Renzi ha depredato circa 5 miliardi di Euro alla Regione siciliana. Il gruppo parlamentare del PD ha votato contro per non inimicarsi Renzi. Ma, sottobanco – con il gioco delle assenze – anche il Partito Democratico ha contribuito, anche se in modo ambiguo, a far approvare la mozione

Continua la lettura di “L’Ars approva la mozione contro gli scippi finanziari del Governo Renzi”

Ars: i deputati del PD scappano dall’Aula per non votare la mozione contro gli scippi di Renzi

Ieri, all’Assemblea regionale siciliana, abbiamo assistito a una scena quasi comica: i parlamentari del PD che sono letteralmente fuggiti da Sala d’Ercole per non votare una mozione che ha comunque sortito un effetto politico importante: ha certificato che il Governo Renzi ha scippato alla Regione siciliana un sacco di soldi. Oggi pomeriggio la seconda puntata di questa ‘operetta’ parlamentare. In questo articolo riassumiamo i termini della questione

  Continua la lettura di “Ars: i deputati del PD scappano dall’Aula per non votare la mozione contro gli scippi di Renzi”